Aderente a

English translations of ANGSA Lombardia texts by Dino Bressan and Jacqueline Walters, Melbourne, Australia

Ritorna alla pagina iniziale
freccia

Caratteristiche dell'autismo, cause, come si può trattare

Chi siamo: ANGSA Nazionale, ANGSA Lombardia, cronistoria

Componenti il Comitato scientifico di ANGSA

Elenco ultimi  numeri stampati

Bibliografia essenziale per l'autismo

Sedi territoriali ANGSA, Aziende Sanitarie Locali, Strutture di ricovero in Lombardia, Poli Sperimentali per l'Autismo in Lombardia, Scuole ed Enti Specialistici aderenti al Progetto "Rete di Scuole per l'Autismo"

Come contattare ANGSA Lombardia onlus

Ritorna alla pagina precedente

 

  



2 aprile 2014 - VII GIORNATA MONDIALE DELLA CONSAPEVOLEZZA DELL'AUTISMO

ANGSA Lombardia onlus e Consiglio Regione Lombardia

con la collaborazione di         

hanno organizzato

Espressioni d'arte:

Mostra di pittura e scultura - Esibizione di Ginnastica Artistica

nello SPAZIO EVENTI Regione Lombardia Palazzo Pirelli Via Fabio Filzi 22 Milano

dal 2 all'11 aprile 2014 (festivi esclusi)

L’inaugurazione nella mattinata del 2 aprile Scarica la locandina

Sono intervenuti: Giovanni Storti (trio Aldo, Giovanni e Giacomo), Paola Molteni (giornalista), Francesco Bova (giornalista),
Maria Montuschi (logopedista), Maurizio Finizio (consigliere Ass. "I Giovani Per I Giovani")

Club di artisti hanno messo a disposizione loro 40 opere, tra pitture e sculture.
Sono stati inoltre esposti anche lavori eseguiti da persone con autismo.

La partecipazione all’esposizione è stata estesa alle Organizzazioni per l’autismo presenti in Lombardia


Foto, video, articoli di stampa, commenti

IngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisci

Spot ---> Video

IngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisciIngrandisci

ALBUM FOTOGRAFICO  --------> Scarica il video
F
oto di Fabio Balletti  -------->Scarica il video

da Dietro le Quarte

COLORI DAL SILENZIO

 Barbara "Guarda come parlo"COLORI DAL SILENZIO

Sono passati tre anni dalla prima pubblicazione del libro “Voci dal silenzio. Testimonianze e indicazioni a sostegno delle famiglie che vivono l’autismo” di Paola Molteni, ma per fortuna il rapporto con i nostri autori non si ferma con l’uscita del testo, soprattutto quando ci sono di mezzo temi così importanti e toccanti.

E così, grazie a lei, abbiamo saputo dell’iniziativa organizzata da Angsa Lombardia (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) e Consiglio Regionale Lombardia il 2 aprile scorso, VII Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo: “Espressioni d’Arte”,  mostra di pittura e scultura, con esibizione di ginnastica artistica dell’Associazione GxG i Giovani per i Giovani. L’incontro avveniva a Palazzo Pirelli, sede della Regione. Le opere riguardano tutte il tema dell’autismo e della difficoltà di comunicazione e la maggior parte di esse sono realizzate da soggetti affetti dalla sindrome. La nostra autrice, giornalista, ha partecipato in veste di esperta e divulgatrice delle problematiche riguardanti il rapporto tra persone affette da disturbi della relazione e società, e con lei abbiamo ascoltato Giovanni Storti (del Trio Aldo, Giovanni e Giacomo e presente quale partner di Finger Talks), il giornalista Francesco Bova, la logopedista Maria Montuschi e diversi rappresentanti delle Associazioni e dell’Istituzione regionale.

Ingrandisci Ingrandisci Seguendola in quell’occasione abbiamo approfittato per chiedere a Paola Molteni di aggiornarci sulle ultime riflessioni riguardo il tema di quest’anno: “Autismo e lavoro. Insieme si può”.

Ecco quanto ci dice:

Il titolo della Giornata mondiale 2014 per la consapevolezza dell’autismo indica chiaramente quale sia la sfida più urgente per chi oggi ha a che fare con questa sindrome: l’integrazione lavorativa. Che poi significa anche inserimento sociale e nel mondo del lavoro, insomma raggiungimento dei diritti reali di cittadino. Che è quanto mai di più lontano ora sia dalle persone con sindrome autistica che al compimento del 18° anno di età vengono abbandonati dai servizi della Neuropsichiatria e di fatto perdono, oltre alla diagnosi, ogni diritto ad una presa in carico e ad un’abilitazione specifica. Nella maggior parte dei casi gli autistici adulti trascorrono le loro giornate in centri diurni che li “occupano” con attività infantili senza poter contare su un progetto di vita individuale. Gli studi dimostrano che tra il 76 e il 90 per cento gli adulti con autismo sono attualmente disoccupati. E invece in molti casi gli autistici potrebbero non solo avere ruoli attivi nel mondo del lavoro ma rivelare abilità e risorse utili alle realtà aziendali. Lo dimostra l’esperienza di alcune aziende tedesche che operano nel campo dell’informatica e della tecnologia e che hanno saputo valorizzare a fini produttivi caratteristiche tipiche del pensiero autistico come la meticolosità, l’attenzione ai dettagli, l’approccio routinario. Che dunque il messaggio dell’ultima Giornata di riflessione aiuti a cambiare la prospettiva sui soggetti con autismo (400 mila in Italia) e favorisca la realizzazione di progetti che promuovano le loro possibilità di integrazione sociale. Perché gli autistici non hanno solo bisogni speciali. Hanno anche risorse speciali, utili a tutti noi”.

Ecco un’occasione molto concreta che ci ricorda come un libro possa essere un punto di partenza per acquisire nuova consapevolezza, destare sensibilità, tenere vivo un pensiero, muovere. Un libro è sempre il primo passo di un viaggio. Così è per l’arte, e anche per lo sport, e questa esposizione ne è stata ottima testimonianza.

Renzo Cantelli, “Pet Terapia”Ingrandisci 

IngrandisciLucio Oliveri, “Il soffio”

Scarica la rassegna stampa
rassegna stampa


ALTRE INIZIATIVE PER LA RICORRENZA DEL 2 APRILE 2014

IN LOMBARDIA


NELLE ALTRE REGIONI ITALIANE

L'elenco completo delle iniziative segnalate è alla pagina dedicata alla VII GIORNATA MONDIALE DELLA CONSAPEVOLEZZA DELL'AUTISMO del sito www.angsa.it


SEGNALAZIONI PERVENUTE DALL'ESTERO

Svizzera - Canton Ticino

Aggiornato al 9 maggio 2014

webmaster al.bo.

Inizio pagina